Cambiare vita e andare a vivere a Lanzarote: aspettative vs realtà

Shares

Come fare per trasferirsi a Lanzarote, Spagna? Quali sono i vantaggi e svantaggi di lavorare e vivere a Lanzarote? Analisi del costo della vita e tanti altri aspetti da considerare per cambiare vita e vivere alle Canarie.

Lanzarote, la isla diferente. Così viene chiamata dai suoi abitanti, ma anche dai milioni di turisti che ogni anno rimangono estasiati alla vista degli antichi vulcani e delle acque cristalline che circondano l’intera isola.

Lavorare Vivere a Lanzarote

Sono sempre di più le persone che sentono il bisogno di cambiare vita e andare a vivere a Lanzarote, stregate dai paesaggi lunari e attirate da uno stile di vita tranquillo e rilassato. Ma è davvero tutto oro quello che luccica?

In questo articolo cercherò di rispondere a questa domanda. Ti racconterò dei vantaggi e degli svantaggi di vivere a Lanzarote, di come cercare casa e lavoro. Se stai valutando un possibile trasferimento, ti consiglio di proseguire la lettura perché troverai molte informazioni interessanti nei prossimi paragrafi 🙂

Lanzarote: sole, mare e papas arrugadas

Quando penso a Lanzarote non posso fare a meno di sentire la sua speciale energia ovunque mi trovi. Saranno le decine di vulcani che costellano il territorio, sarà la forza dirompente dell’oceano che scalfisce le sue coste, ma quest’isola è capace di entrarti dentro e non lasciarti mai più. Acqua, aria, terra e fuoco si sono dati appuntamento qui, ormai moltissimi anni fa, e hanno dato vita a un piccolo gioiello naturale sperduto in mezzo all’Atlantico.

Dichiarata Riserva della biosfera dall’UNESCO nel 1993, Lanzarote conta oggi circa 147.000 abitanti, la maggior parte dei quali provenienti dal Sudamerica e da paesi europei come l’Italia, l’Inghilterra o la Germania. La presenza di stranieri sull’isola è molto forte, tanto da superare quella dei conejeros, ovvero gli abitanti originari del posto.

Qui sole, mare e vento la fanno da padrone: basta farsi un giro lungo le coste del Sud e fermarsi ad ammirare luoghi incantati come Los Hervideros oppure El Golfo per rendersene conto. Proprio qui, in uno dei tanti ristorantini in riva al mare, potrai gustare uno dei piatti tipici più famosi di tutte le Isole Canarie: le papas arrugadas! Deliziose patate novelle cotte nell’acqua di mare, accompagnate da una salsa altrettanto tipica chiamata mojo, che potrai assaggiare nella variante rossa e verde.

Lanzarote è il luogo perfetto per chi ama la natura selvaggia e i contrasti, non è fatta per chi predilige le vie di mezzo né per chi non digerisce i cambiamenti. L’isola ti metterà a dura prova ogni giorno, ti costringerà a guardarti dentro e chiederti quanto sei disposto a metterti in gioco per rimanere.

Vivere a Lanzarote: vantaggi e svantaggi

Godersi qualche giorno di vacanza in una località da sogno è molto diverso dal vivere la quotidianità del posto. Questa è la prima cosa che devi tenere a mente se la tua idea è quella di trasferirsi a Lanzarote. Lasciarsi trasportare dall’emozione del momento e non prendersi il tempo sufficiente per pianificare il cambiamento con cura e attenzione è un errore che commettono in tanti e che, di solito, porta a conseguenze poco piacevoli.

Prima di vendere tutto e acquistare un biglietto di sola andata per Lanzarote, ti consiglio di fare un viaggio esplorativo della durata di qualche mese, in modo da renderti conto di cosa significa vivere sull’isola con gli occhi di un residente, e non più di un turista. Potresti persino scoprire che non è il posto adatto a te! Non avere fretta, valuta bene i pro e i contro e infine prendi la tua decisione.

Vivere a Lanzarote ha indubbiamente i suoi vantaggi, tra cui:

Clima mite tutto l’anno: questo è il motivo principale che spinge molte persone a considerare l’ipotesi di trasferirsi alle Canarie. Le temperature non scendono mai sotto i 10° (anche in inverno) e d’estate raggiungono e superano i 30°. In certi periodi dell’anno la calura si fa davvero sentire, ma è un tipo di caldo secco che rende il tutto decisamente più sopportabile. Il vento soffia praticamente per la maggior parte dell’anno, tranne a settembre e ottobre, un vero toccasana durante i mesi più caldi.

Natura selvaggia: se ami passeggiare fra boschi rigogliosi, rilassarti in riva ad un tranquillo lago di montagna oppure ammirare cascate impetuose, allora Lanzarote non è il posto giusto per te. L’isola è prevalentemente desertica, costellata di nerissime rocce laviche e cactus in ogni dove. La vegetazione è davvero scarsa e limitata a piante grasse che hanno bisogno di poca acqua per sopravvivere.

In compenso, però, potrai contemplare delfini, balene e tartarughe sguazzare liberi nel loro ambiente naturale, uno spettacolo che non si vede tutti i giorni. Se sei appassionato di trekking, non perdere l’occasione di avventurarti tra i vulcani del Parco Nazionale del Timanfaya e di scalare il cratere della Caldera Blanca.

Qualità della vita: la qualità della vita a Lanzarote è davvero buona. Il traffico è limitato, inoltre bastano pochi minuti in macchina per raggiungere scorci pazzeschi o una bella spiaggia in cui rilassarsi da qualunque punto dell’isola. Lo stress diventerà solo un lontano ricordo 🙂

Eppure vivere a Lanzarote non è sempre rose e fiori. L’imprevisto è sempre in agguato, e spesso si nasconde dietro gli aspetti più banali e impensabili della vita quotidiana. Ti consiglio di armarti di santa pazienza perché semplici operazioni come l’installazione della connessione internet a casa, l’intervento di un tecnico che ripari la lavatrice che all’improvviso smette di funzionare e il pagamento delle bollette possono diventare veri e propri incubi.

Il livello di professionalità generale è piuttosto basso, ed è un fattore che causa confusione e ritardi in molti ambiti. Cerca di abituarti al suono della parola “mañana”, perché la sentirai molto spesso: qui alle Canarie è un vero e proprio stile di vita! Ma non illuderti, non prendere il suo significato alla lettera. Su queste isole, mañana è un momento indefinito compreso tra “domani” e “prima o poi”. Non esattamente il massimo quando rimani senz’acqua in casa a causa di un problema idraulico…!

Questo accade perché i ritmi a Lanzarote sono lenti, forse troppo. Nessuno ha mai fretta, tranne gli stranieri che non si sono ancora abituati a questo modo di vivere. Ti conviene fare pace fin da subito con questo aspetto della vita alle Canarie: non lo cambierai, rischi solo di roderti il fegato e di innervosirti senza concludere nulla.

L’ultimo svantaggio di vivere a Lanzarote riguarda proprio la dimensione dell’isola. La superficie totale è pari a 846 km², per circa 60 km di larghezza. Piccolina, vero? Questo significa che le attività, i servizi e le opportunità presenti sull’isola sono limitate. Sembra quasi di vivere in un grande paesotto, dove tutti si conoscono.

Se sei abituato a realtà più grandi e vivaci, Lanzarote potrebbe non fare al caso tuo. L’unico modo per evadere è prendere un traghetto o un aereo (approfittando degli sconti riservati ai residenti) ed esplorare le destinazioni più vicine.

Costo della vita a Lanzarote

Per certi aspetti i costi per vivere a Lanzarote sono inferiori di circa il 15 – 20% rispetto a quelli italiani. Con meno di 10€ a testa potrai assaporare i migliori piatti tipici della zona, comodamente seduto al tavolo di un teleclub di paese (una sorta di trattoria del posto).

I ristoranti sono più economici, anche se la qualità non è sempre eccelsa. Come in qualsiasi altro luogo del mondo, bisogna sapere dove andare 🙂 La spesa al supermercato è accessibile a tutte le tasche, la benzina costa circa 1,15€ al litro e l’assicurazione auto media si aggira sui 200€ annui.

Non si può dire altrettanto degli affitti, che negli ultimi 2-3 anni hanno subito un aumento dei prezzi a dir poco esponenziale. Al momento è una missione quasi impossibile riuscire a trovare un monolocale al di sotto dei 500€ mensili: la domanda è altissima, mentre l’offerta continua a scarseggiare.

La maggior parte dei proprietari di immobili preferisce affittarli ai turisti, poiché il loro guadagno è nettamente superiore rispetto a quello della larga temporada. Questa situazione ha messo in ginocchio numerose famiglie del posto, che da un giorno all’altro si sono trovate senza un tetto sulla testa e senza possibilità di permettersi un’alternativa a un prezzo contenuto.

Come trovare casa a Lanzarote e migliori zone in cui vivere

Sarò sincero: credo che questo non sia il momento storico adatto per mollare tutto e andare a vivere a Lanzarote. Il rischio è quello di dare fondo ai propri risparmi mentre si tenta di trovare una casa in affitto che tarda ad arrivare, e che rischi di pagare molto più del suo reale valore. Ti consiglio quindi di pensarci molto bene prima di imbarcarti in questa avventura, e magari di dare un’occhiata alla situazione con i tuoi stessi occhi prima di prendere qualunque decisione.

Nel caso in cui volessi comunque tentare la fortuna, ti segnalo alcune risorse online che puoi consultare per trovare annunci di appartamenti in affitto a Lanzarote:

Esistono anche alcuni gruppi Facebook che mettono in contatto i proprietari con gli aspiranti affittuari, in cui la comunicazione è più snella e veloce. Dai un’occhiata a:

Puoi anche provare a rivolgerti alle agenzie immobiliari del posto, oppure far girare la voce tra negozianti e commercianti nella speranza che qualcuno ti segnali qualche opportunità interessante.

Per quanto riguarda le migliori zone in cui vivere a Lanzarote, la scelta dipende solo da te. Puerto del Carmen, Playa Blanca e Costa Teguise sono le località più gettonate dell’isola, ma sono anche le più turistiche (e quindi più care). Spostandosi verso Nord, in paesini come Guatiza e Teguise o persino Haría, troverai prezzi inferiori ma anche un clima più freddo e umido, specialmente d’inverno. La maggior parte dei conejeros vive nell’entroterra, tra San Bartolomé e Tinajo: se vuoi assaporare l’aspetto più autentico della vita a Lanzarote, ti conviene orientarti verso queste zone.

Non sperare di trovare casa a Lanzarote mentre sei ancora in Italia, a meno che tu non abbia qualche contatto sull’isola che possa visionare gli appartamenti per conto tuo. Le case in affitto vanno via come il pane, devi essere estremamente veloce e fortunato per riuscire ad accaparrartene una.

Lavorare a Lanzarote: come trovare lavoro

La prima cosa da fare per lavorare a Lanzarote è imparare lo spagnolo, indispensabile per lavorare con la gente del posto. Altre lingue come l’inglese, l’italiano e il tedesco sono fortemente ricercate, soprattutto nel settore turistico che è anche il principale mezzo di sostentamento dell’intera isola.

Tra le mansioni più diffuse ci sono: cameriere, barman, commesso, commerciale, agente immobiliare e receptionist. Se cerchi un tipo di carriera differente, oppure hai ambizioni più grandi, Lanzarote non è il posto giusto per te.

Ecco alcune risorse che puoi consultare per lavorare a Lanzarote:

Le maggiori opportunità lavorative si trovano nelle principali località turistiche dell’isola. Mi riferisco a luoghi come Puerto del Carmen e Costa Teguise, ma anche Playa Blanca e Arrecife, che è la capitale di Lanzarote. Ti consiglio quindi di preparare bene il tuo cv e consegnarlo a mano nei vari hotel, negozi e ristoranti del posto.

Siamo arrivati alla fine della guida su come andare a vivere a Lanzarote. Spero di averti aiutato a chiariti le idee, e perdonami se forse sono stato troppo “duro” in alcuni passaggi ma credo sia importante raccontare le cose come stanno senza illudere nessuno. Se dovessi avere ancora qualche domanda o dubbio, oppure se vuoi condividere la tua esperienza, non esitare a scrivermi nei commenti!

Shares

2 commenti su “Cambiare vita e andare a vivere a Lanzarote: aspettative vs realtà”

Lascia un commento

  1. Ciao mi piacerebbe trasferirmi a vivere a Lanzarote e vorrei sapere, una volta li a chi appoggiarmi per trovare casa e come sbrigare le prime cose burocratiche non parlo spagnolo.
    Il mio trasferimento sarà tra circa un anno però farò un viaggio prima per conoscere l’isola ed eventualmente parlare con qualcuno che abita già lì

    • Ciao Manuela, la cosa migliore da fare è frequentare i gruppi Facebook di italiani che vivono a Lanzarote se vuoi cominciare a creare contatti con persone che già vivono sull’isola. E ovviamente imparare lo spagnolo, dato che hai 1 anno di tempo puoi farlo con calma e ti aiuterà in tutti gli aspetti, non solo burocratici ma anche nella vita di tutti i giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *