Viaggiare e vivere alle Isole Baleari, le perle del Mediterraneo

Shares

Da sempre in cima alle classiche come mete predilette dai turisti di tutto il mondo, le isole Baleari non hanno nulla da invidiare a destinazioni più esotiche lontane centinaia di migliaia di chilometri. Bastano infatti poche ore di aereo per atterrare direttamente su una delle spiagge incantate di Maiorca, Minorca, Formentera e Ibiza.

L’arcipelago si trova nella vicina Spagna e tra natura incontaminata, mare cristallino, movida sfrenata e mercatini hippy, alle Baleari ce n’è davvero per tutti i gusti e per tutte le esigenze.

isole baleari

Scegliere l’isola più adatta per trasferirsi e cambiare vita, o per un semplice viaggio, diventa un vero problema. In fondo si tratta di quattro perle del Mediterraneo che vale la pena visitare tutte, almeno una volta nella vita. E come ogni perla che si rispetti nessuna è uguale all’altra.

Maiorca, la sorella maggiore, conta su moltissimi servizi e strutture sia nei mesi estivi, quelli per intenderci presi d’assalto dai turisti, sia durante i mesi invernali dove la vita torna alla tranquillità. Natura rigogliosa e lunghi sentieri da percorrere a piedi, bici o cavallo fanno parte, invece, del fascino di Minorca. Per i giovani e i modaioli invece, non c’è nulla di meglio che di Ibiza, mentre la più piccola Formentera ha una atmosfera glamour e unica al mondo.

Con gli amici, in coppia, in famiglia oppure da soli: non importa con chi vuoi viaggiare, l’importante è andare e partire alla scoperta delle isole Baleari che hanno affascinato poeti, pittori, artisti e che oggi conquistano vip e personaggi del jet set.

Vediamo insieme dunque le principali attrazioni di queste 4 perle del Mediterraneo, per valutare aspetti positivi di ogni isola e capire meglio quale può essere più adatta per cambiare vita.

Isole Baleari, caratteristiche

Maiorca. Come accennato in precedenza, si tratta della più grande isola dell’arcipelago. È qui che si trova anche la capitale, Palma, tra le città storiche più importanti e affascinanti del Mediterraneo. Merito della suggestiva baia su cui sorge, dei suoi borghi di pescatori e di uno stile di vita rilassato.

D’altronde con 300 giorni di sole all’anno, chi non vivrebbe rilassato? E infatti oltre che per vacanze e soggiorni, Maiorca è scelta anche come destinazione per un cambio vita da giovani, imprenditori e pensionati.

Numerose le strutture alberghiere e ricettive dove potrai trovare un primo impiego, così come molti i ristoranti e i locali che cercano personale durante tutto l’anno. Potrebbe, ad esempio, essere una buona idea andare a Maiorca in vacanza, capire quali servizi mancano e magari ritornare aprendo una propria attività.

E se non trovi l’ispirazione, niente paura! Potrai sempre andare su una delle sue trecento spiagge: dalle sabbie bianche al sud a quelle più rocciose al nord. Se poi sei in cerca anche di un po’ di sano divertimento, a Maiorca avrai l’imbarazzo della scelta tra locali notturni e attività sportive.

Minorca. Il viaggio nelle isole Baleari prosegue con Minorca, che dista da Maiorca meno di due ore di traghetto. Spostarsi da un’isola all’altra non sarà un problema. Più tranquilla e pacata, parte del fascino di Minorca risiede nella sua natura che sovrasta sia l’entroterra che la costa, tanto da essere nominata Riserva della Biosfera dall’UNESCO.

La sua calma la rende perfetta per le famiglie e in generale per le persone che non vogliono sgomitare tra la folla per poter fare un bagno, godersi una giornata al mare e al sole, o visitare uno dei caratteristici borghi e mercatini presenti sull’isola.

Ci sono numerosi percorsi e sentieri da percorrere a piedi sull’isola di Minorca, sia in bici che a cavallo. Il più famoso da fare sul dorso di un equino è sicuramente il Camí de Cavalls; lungo circa 185 chilometri, il Cammino circonda tutta l’isola e permette davvero di essere a contatto con la natura più selvaggia dell’isola.

Il cavallo non fa per te? Tranquillo, in generale è tutta Minorca ad essere facilmente percorribile e visitabile; basterà avere a disposizione una macchina o un altro mezzo per poterla girare tutta. Fortunatamente ci sono diverse agenzie di noleggio di auto a Minorca che potrai prenotare ancor prima di partire.

Tra le spiagge di Minorca che non devi assolutamente perdere, merita sicuramente una visita Cavalleria, la spiaggia più vergine ed incontaminata, oppure San Bou, la più gettonata e affollata.

Ibiza. Questa pazza, scatenata, isola delle Baleari ha bisogno di poche presentazioni. Tutti conosciamo i locali della movida disseminati lungo le sue coste. Eppure c’è un altro lato di Ibiza che probabilmente non conosci e che sarà possibile apprezzare solo vivendoci oppure soggiornandoci nei mesi invernali. È il suo silenzio che, per chi vive in città affollate, rappresenta davvero un lusso.

Colpisce la numerosa comunità hippy presente così come folta quella degli stranieri che hanno scelto l’isola per vivere stabilmente. Ibiza forse è la più cosmopolita di tutte le Baleari. Multiculturale e accogliente, ad attrarre è la sensazione di libertà che trasmette questa magica località.

Formentera. Chiudiamo questo viaggio intorno alle Baleari con la più piccola e glamour dell’arcipelago: Formentera; tanto ricercata da essere raggiungibile solo via mare. Nei suoi 83,2 chilometri quadri un aeroporto era proprio difficile da realizzare. Ma se hai a disposizione una imbarcazione non sarà un problema, in caso contrario ci sono numerosi traghetti che partono dalla vicina Ibiza.

Le spiagge da non perdere a Formentera? Due su tutte: Ses Illetes e Llevant, le più celebri e frequentate, grazie a sabbie bianchissime bagnate da acque turchesi e limpidissime, dove godere del mare ma anche fare escursioni. Ad esempio per le stradine che circondano Es Calò, un borgo di pescatori piccolo ma incantevole.

Senza contare che in ogni vicolo e via è presente quell’atmosfera hippy, tipica proprio di Formentera, che resiste nonostante i turisti e le mode del momento.

E tu quale località preferisci? Se hai altre informazioni da condividere sulle isole Baleari scrivi pure nei commenti qui sotto.

Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *