Lavorare e vivere alle Baleari: Maiorca, Minorca, Ibiza e Formentera

Shares

Chi non ha mai sognato di mollare tutto e andare a vivere alle Baleari? Scommetto che dopo l’ennesima giornata grigia e noiosa trascorsa alla scrivania del tuo ufficio in una trafficata città, questo pensiero si fa sempre più insistente. Magari vorresti barattare nebbia e smog per splendide spiagge dorate, un clima mite tutto l’anno e ritmi più rilassati, ma non sai come fare.

Non ti preoccupare, sei capitato nel posto giusto! In questo articolo ti spiegherò come trasferirsi a lavorare e vivere alle Baleari, come fare per trovare casa e ti racconterò le differenze tra le isole che compongono l’arcipelago. Sei pronto a partire con me?

Vivere alle Baleari: le isole principali

Sono circa 20.000 gli Italiani che, negli ultimi anni, hanno deciso di lasciare la madrepatria per andare a vivere alle Baleari. La domanda che tutti si pongono prima di partire è: ma qual è l’isola giusta per me? Non esiste una risposta univoca a questo interrogativo, tutto dipende dalle tue esigenze e preferenze.

Lavorare Vivere alle Baleari Spagna

L’arcipelago delle Baleari è composto da quattro isole principali: Maiorca, Minorca, Ibiza e Formentera. Insieme formano una delle numerose Comunità Autonome di Spagna, il cui capoluogo è Palma di Maiorca. La popolazione totale dell’arcipelago ammonta a circa un milione di persone, anche se durante la stagione estiva questa cifra si fa decisamente più consistente per via del grande afflusso di turisti provenienti da ogni parte del mondo.

Ciascuna isola ha delle caratteristiche che la rendono unica, diversa da tutte le altre. Alcuni elementi, però, le accomunano: mi riferisco, per esempio, al clima mite tutto l’anno, con temperature che oscillano dai 20° ai 30° d’estate e dai 9° ai 15° d’inverno. Ma anche alle scarse precipitazioni, che si concentrano perlopiù nella breve stagione invernale. Insomma, le Baleari sembrano davvero il luogo perfetto per cambiare vita.

Scommetto che vorresti sapere qualcosa in più riguardo le quattro isole principali, vero? Allora vediamo insieme pregi, difetti e curiosità su Maiorca, Minorca, Ibiza e Formentera e analizziamo alcuni vantaggi e svantaggi di andare a vivere alle Baleari.

Maiorca

Con i suoi 859.289 abitanti, è la più grande fra le isole Baleari. Il suo capoluogo, Palma di Maiorca, riunisce sotto di sé tutte le altre province dell’arcipelago ed è una delle città più incantevoli del Mediterraneo. Storia e cultura si intrecciano con l’industrializzazione e la modernità, rendendo l’isola il principale centro economico e politico delle Baleari. Musei, cattedrali e castelli si alternano a spiagge e scorci naturali tipici di questa zona del Mediterraneo.

Devo però chiarire subito una cosa: se ami i grandi spazi aperti, la natura incontaminata e cerchi un posto in cui vivere una vita il più tranquilla e rilassata possibile, forse questa non è l’isola giusta per te. Maiorca, insieme a Ibiza, è la destinazione più turistica di tutte le Baleari ed è anche il luogo in cui la maggior parte degli espatriati sceglie di stabilirsi, poiché offre le maggiori opportunità lavorative.

Forse non tutti sanno che l’isola ospita il Parc Bit, un centro di innovazione tecnologica su cui il Governo della Baleari ha puntato molto. Qui, infatti hanno sede alcune delle più importanti aziende turistiche dei giorni nostri, come Trivago Spain e Logitravel. Non solo mare e chiringuito sulla spiaggia dunque, ma anche intraprendenza imprenditoriale orientata alla modernizzazione.

A farla da padrone nell’economia del posto, comunque, è il settore turistico: ristoranti, alberghi, locali notturni e negozi sono tra le attività più diffuse e redditizie di Maiorca. Luoghi come Magaluf e S’Arenal sono gettonatissimi fra i giovani ragazzi europei (ma non solo), che d’estate accorrono a frotte per fare festa nella maniera più sfrenata possibile. Insomma, Maiorca offre divertimenti, servizi, belle spiagge e opportunità lavorative: che sia davvero il posto giusto per te?

Minorca

Dichiarata Riserva della Biosfera dall’UNESCO, Minorca è un vero paradiso. Le sue spiagge bianchissime e le acque cristalline delle sue baie non hanno nulla da invidiare alle isole da sogno tipiche dei Caraibi. È un luogo adatto a tutti, sia alle famiglie con bambini che alle giovani coppie che desiderano un maggiore contatto con la natura e uno stile di vita più autentico.

L’isola è più piccola rispetto a Maiorca, il che si traduce in meno servizi e opportunità professionali limitate alla stagione estiva; non dimenticarlo al momento di valutare la possibilità di trasferirti a vivere e lavorare alle Baleari.

A Minorca si possono fare lunghissime camminate immersi nel verde delle pinete a picco sul mare, snorkeling nelle sue acque trasparenti ed escursioni in bicicletta alla scoperta delle meraviglie nascoste dell’isola. La natura, qui, è la vera protagonista e ti lascerà senza fiato a ogni sguardo.

Se vuoi saperne di più su questa perla del Mediterraneo, ti consiglio di leggere la mia guida su come trasferirsi a vivere a Minorca: troverai informazioni dettagliate sul costo della vita in questa isola delle Baleari, sui documenti necessari e su come cercare lavoro.

Ibiza

Un luogo che non ha di certo bisogno di presentazioni. Eivissa, questo è l’antico nome catalano dell’isola, è famosa in tutto il mondo per le sue incredibili e stravaganti discoteche. Dipinta da molti come un vero e proprio paradiso della perdizione, in realtà nasconde un’altra faccia più intima e riservata, fatta di meravigliose calette raggiungibili solo dai veri conoscitori del posto.

Chi pensa che Ibiza sia solo un enorme parco giochi per adulti, dovrà ricredersi. Basta passare qualche mese sull’isola per innamorarsi delle sue bellezze nascoste e scoprire la vera anima di un luogo che, in realtà, è diverso da come viene dipinto.

Il costo della vita a Ibiza è più caro rispetto alle altre isole, specialmente nelle zone più turistiche come Playa d’en Bossa. Un cappuccino, ad esempio, può arrivare a costare fino a 2€. Per non parlare degli affitti: un monolocale in centro città costa più di 1000€ al mese, bollette escluse. L’aumento vertiginoso dei prezzi è dovuto all’impennata del flusso migratorio che ha investito la Spagna negli ultimi anni.

Oggi è molto difficile trovare un appartamento in affitto e, specialmente a Ibiza, ci si deve accontentare di una stanza condivisa con altre persone alla modifica cifra di 500€ o 600€. Se stai pensando di trasferirti a vivere in questa isola delle Baleari con tutta la famiglia, forse questo non è il posto adatto a te.

Formentera

Piccola, elegante ed esclusiva. Formentera è conosciuta per la sua movida, che però è molto diversa da quella di Ibiza e Maiorca. Qui non ci sono grandi discoteche, ma localini intimi e di tendenza in cui ascoltare musica dal vivo, gustare le prelibatezze della cucina nazionale e internazionale oppure ammirare esposizioni fotografiche o di artigianato.

Considerata come una delle dieci isole più belle e incontaminate al mondo, è una meta ambita da molti. Le incredibili spiagge di Ses Illetes ti faranno venire voglia di prenotare subito un volo di sola andata per stabilirti in questo paradiso. L’isola non ha un aeroporto proprio: per raggiungerla bisogna atterrare a Ibiza e poi prendere un traghetto che nel giro di 20 minuti arriva a destinazione.

A volte, durante i mesi invernali in cui il vento è più forte e le acque più agitate, accade che i collegamenti via mare vengano interrotti. Tienilo in conto se stai pensando di trasferirti a Formentera 🙂

Anche qui, come nelle altre isole, il turismo è il principale mezzo di sostentamento per la popolazione. Dovrai conoscere molte lingue per riuscire a trovare lavoro e vivere alle Baleari e mantenerlo per tutto l’anno.

Lavorare alle Baleari: risorse online e settori su cui puntare

Per lavorare alle Baleari è indispensabile conoscere almeno lo spagnolo e l’inglese. Altre lingue come il tedesco, il francese o il russo sono considerate un plus. Masticare un po’ di catalano ti aiuterà a integrarti e a farti ben volere dalla popolazione visto che, insieme allo spagnolo, è la lingua ufficiale dell’arcipelago.

Consulta i principali siti di annunci per trovare lavoro alle Baleari, fra cui:

Come ho già accennato, il settore che offre le maggiori opportunità lavorative è quello del turismo. Prepara un curriculum in spagnolo e consegnalo a mano nei ristoranti, alberghi o nei negozi, approfittandone per scambiare due parole con i titolari e lasciare una buona prima impressione.

Come trovare casa alle Baleari

Trovare casa alle Baleari potrebbe non essere un’impresa facile, ma con un po’ di pazienza e l’aiuto di qualche risorsa online dovresti riuscire a raggiungere il tuo obiettivo. Ecco i principali siti che puoi spulciare per trovare un appartamento in affitto:

Non sottovalutare il potere del passaparola. I contatti in loco sono preziosi, poiché possono presentarti direttamente al proprietario di casa e fornire buone referenze su di te. Se invece senti di non potercela fare da solo, rivolgiti a una delle tante agenzie immobiliari presenti sul territorio.

La scelta del luogo in cui vivere alle Baleari dipende solamente da te. Insieme abbiamo visto quali sono le caratteristiche principali di ciascuna isola: una volta che ti sarai chiarito le idee su quale sia la più adatta alle tue esigenze, potrai iniziare a muovere i primi passi per cambiare la tua vita.

Siamo arrivati alla fine della guida su come andare a vivere alle Baleari. Spero di averti aiutato a capire qualcosa in più su questo meraviglioso arcipelago del Mediterraneo.

Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *