Vivere e lavorare in Galles; come trovare lavoro? Costo della vita

Shares

C’è chi pensa di andare a vivere in Galles per dare una svolta alla propria vita, e chi invece vorrebbe solo viverci per un po’. Io non so a quale gruppo di persone tu appartenga, ma sono certo che hai bisogno di informazioni su come organizzare il trasferimento. Come faccio a saperlo? Semplice, sei arrivato fin qui!

Il Galles è un Paese affascinante, ricco di leggende e castelli incantati capaci di stregarti a prima vista. È difficile non innamorarsi perdutamente di certi scenari, anzi. La voglia di aprire la finestra di casa e posare lo sguardo sui quei magici paesaggi si fa sempre più forte. Forse ti sei sentito proprio così la prima volta che hai visitato questo incredibile Paese. E non posso che darti ragione.

lavorare vivere in Galles

Ecco perché in questo articolo voglio raccontarti come fare a trasferirsi in Galles. Vedremo insieme a quanto ammonta il costo della vita, come trovare un lavoro e una casa. La decisione finale spetta solo a te, ma sarò felice di aiutarti a dipanare un po’ la matassa dell’espatrio. E allora non perdiamo altro tempo, iniziamo!

Qual è il costo della vita in Galles?

Come in tutto il Regno Unito, il costo della vita è piuttosto alto. In realtà, pare che la capitale gallese Cardiff sia più economica rispetto alle principali città italiane come Roma o Milano.

I prezzi degli immobili, dei beni di consumo, dei supermercati e dei ristoranti sono inferiori di circa il 10 – 20%. Certo, in generale il costo della vita rimane abbastanza elevato, ma sinceramente non mi aspettavo questa differenza di prezzo (seppur piccola).

Cardiff è decisamente più economica di Londra, in particolare per quanto riguarda gli affitti. Trovare casa nella capitale gallese senza essere costretti a impegnare 3/4 dello stipendio è ancora possibile; inoltre, la vita è senza dubbio più tranquilla e meno caotica.

Ma vediamo nel dettaglio qualche esempio di costo legato ai principali beni di consumo, giusto per capire di che cifre stiamo parlando:

  • Una pinta di birra locale: 3,90€;
  • Un chilo di riso al supermercato: 1,36€;
  • Un chilo di carne rossa: 9,33€;
  • Abbonamento mensile ai mezzi pubblici: 60€;
  • Bollette mensili (acqua, luce e gas) per un appartamento di 85m2: 187€;
  • Un mese di asilo privato a tempo pieno: 970€;
  • Un pacchetto di sigarette Marlboro da 20: 12,25€.

Come ti anticipavo, i prezzi sono abbastanza elevati. La buona notizia è che gli stipendi gallesi sono proporzionati al costo della vita: un lavoratore medio guadagna circa 1.986 € netti al mese, una cifra che ti consentirà di mantenere un tenore di vita più che soddisfacente.

Tieni presente che gli affitti partono da 750€ per un monolocale in centro e arrivano fino a 1263€ (e oltre) per appartamenti più grandi. In periferia, chiaramente, i costi si abbassano di qualche centinaio di euro.

Lavorare in Galles: dove trovare le migliori offerte

Fino a poco tempo fa, il tasso di disoccupazione gallese era più alto di quello inglese. Eppure, tra marzo e maggio del 2019, si è verificata una riduzione dello 0,7% che l’ha portato ad assestarsi al 3,8% (la stessa percentuale del tasso inglese).

Questo significa che un milione e mezzo di persone in più hanno trovato lavoro rispetto all’anno precedente. Un bel segno di ripresa dell’economia locale che di certo fa ben sperare. Penso che sia una buona notizia per tutti i potenziali expat che sognano di trasferirsi in Galles da qui a qualche mese.

La maggior parte dei lavoratori gallesi lavorano nell’industria pesante. Un tempo Cardiff era conosciuta come la capitale mondiale del carbone, ma oggi le cose sono cambiate. Le miniere e le fabbriche legate alla produzione di questo combustibile fossile hanno chiuso i battenti, e gli operai sono stati costretti a cercare lavoro altrove.

Alcuni hanno trovato un impiego nel settore dell’allevamento e della lavorazione delle carni, altri nel campo dell’elettronica, nel petrolchimico o nel turismo. Se sei un amante dei motori, potresti provare a inoltrare la tua candidatura all’Aston Martin: la celebre casa automobilistica ha infatti intenzione di aprire un nuovo impianto nel sud della regione, precisamente a St. Athan. Un’occasione da non perdere!

Di seguito ti segnalo qualche sito che puoi consultare per trovare lavoro in Galles:

In alternativa, puoi anche rivolgerti a uno dei numerosi Centri per l’Impiego presenti sul territorio. Basta consultare il sito ufficiale del Governo per capire qual è il più vicino a te e fissare un appuntamento con uno dei tutor che ti assisterà nel percorso. Esistono anche agenzie interinali come Manpower e Adecco che possono aiutarti nella ricerca.

Qualunque sia la tua decisione, tieni bene a mente una cosa: è fondamentale preparare un buon CV in inglese, corredato da una cover letter personalizzata per ogni azienda a cui deciderai di presentarti.

Dimenticati del CV formato Europass, perché nel Regno Unito non viene nemmeno preso in considerazione. Cerca piuttosto di inserire le tue informazioni personali (con relativi recapiti), una piccola sezione dedicata agli obiettivi che intendi raggiungere, le esperienze professionali più rilevanti (non tutte, solo quelle più pertinenti!) e una sezione finale dedicata ai tuoi interessi personali.

Non è necessario includere una fotografia, né indicazioni sull’età o lo stato civile. Quello a cui dovresti prestare maggiore attenzione sono gli errori grammaticali, che potrebbero invalidare la tua candidatura se troppo grossolani.

Se il tuo inglese non è dei migliori, ti consiglio di dedicare del tempo a perfezionarlo prima della partenza. In questo modo arriverai ai primi colloqui in perfetta forma!

Come trovare casa in Galles

Come ti accennavo all’inizio dell’articolo, i prezzi degli affitti in Galles sono in alcuni casi più economici rispetto a quelli di Londra, Roma o Milano. Trovare una casa sarà probabilmente più facile che altrove, e non sarai costretto a spendere cifre enormi per mantenere un tetto sopra la testa.

Per quanto riguarda la scelta del luogo, tutto dipende dalle tue esigenze ed obiettivi. Ami la vita cittadina o preferisci la tranquillità di una casa in campagna? Sei uno che preferisce andare al lavoro a piedi oppure non ti dispiace condurre una vita da pendolare? Solo tu puoi rispondere a queste domande.

Quello che ti posso dire è che le maggiori opportunità lavorative si concentrano nella capitale, Cardiff, ma anche in altre città come Swansea o Newport – rispettivamente la seconda e terza località più grandi della regione.

Qui hanno sede le principali industrie del Paese, ed è anche possibile trovare un impiego nel settore della ristorazione, del commercio o della vendita. Se l’idea di vivere in città non ti solletica più di tanto, puoi sempre pensare di spostarti nelle aree rurali e recarti al lavoro in macchina o in treno. Certo, questo comporterà un piccolo aumento delle spese, ma ti farà invece risparmiare ancora di più sull’affitto.

Non sai quali siti consultare per trovare casa in Galles? Tranquillo, te ne segnalo subito qualcuno:

Mi raccomando, consulta quotidianamente ciascuno di questi siti e sii pronto a contattare i proprietari per richiedere un appuntamento. Le case vengono affittate alla velocità della luce, non c’è tempo per indecisioni o esitazioni.

Per aumentare le tue chances di ottenere l’appartamento, ti consiglio di presentarti al proprietario con una copia del tuo contratto di lavoro (meglio se fisso) e dell’ultimo estratto conto, in modo da offrirgli più garanzie possibile. Credimi, faranno la differenza!

Che documenti servono per vivere in Galles a lungo termine?

Visti, permessi di soggiorno e di lavoro: i documenti sono l’incubo peggiore di qualsiasi expat che sta tentando di costruirsi una nuova vita all’estero. Per fortuna, i cittadini italiani che intendono andare a vivere in Galles non avranno nulla di cui preoccuparsi.

Tutto quello che ti servirà per entrare nel Paese è un documento di identità valido e la Tessera Sanitaria Europea. Grazie a questi due documenti potrai rimanere in Galles per tutto il tempo che desideri.

C’è però un’ultima cosa che dovresti fare per regolarizzare la tua posizione all’interno del Paese: richiedere il NIN (National Insurance Number). Si tratta di un codice fiscale indispensabile per vivere e lavorare in Galles, necessario per pagare le tasse, trovare un lavoro e acquistare un immobile.

Per averlo dovrai fissare un appuntamento presso uno dei numerosi Job Center del territorio, e compilare l’apposito modulo. Nel giro di un mese, riceverai la tessera con il codice all’indirizzo indicato in fase di compilazione della domanda.

Ti consiglio di attivarti il prima possibile perché ogni giorno vengono presentate centinaia di domande che allungano i tempi d’attesa anche di parecchie settimane.

Ah, e non dimenticare di iscriverti all’AIRE italiana se intendi rimanere in Galles per più di un anno!

Vale la pena trasferirsi in Galles?

Tra i vantaggi dell’andare a vivere in Galles c’è sicuramente una miglior qualità della vita, sia privata che lavorativa. Gli stipendi sono più alti rispetto all’Italia, e la meritocrazia sembra essere di casa da quelle parti.

Per contro, il clima rigido e piovoso ti metterà a dura prova, e anche la mancanza di una cultura culinaria come quella a cui siamo abituati. All’inizio non sarà un problema, ma a lungo andare probabilmente inizierà a mancarti un pochino.

Credo che ognuno debba essere il più possibile onesto con se stesso e mettere sul piatto della bilancia tutte le motivazioni che lo spingono a cambiare vita. A quel punto, dopo aver valutato i pro e i contro, saprai qual è la decisione giusta da prendere 🙂

Spero di averti aiutato a fare chiarezza su come trasferirti in Galles, ma se dovessi avere ancora qualche domanda scrivimi pure nei commenti!

Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *