Consigli per trasferirsi a lavorare e vivere a Rotterdam: costo della vita

Shares

Questo articolo è stato inviato da Lucia, expat italiana che si è trasferita a vivere a Rotterdam, Paesi Bassi. Alcune considerazioni sulla seconda città più importante del paese dopo Amsterdam; costo della vita, quartieri migliori e vantaggi/svantaggi di un trasferimento in Olanda.

Nelle prossime righe voglio parlarti di Rotterdam, se hai in programma un trasferimento nell’Europa del Nord devi assolutamente prendere in considerazione anche questa vantaggiosa ipotesi.

Lavorare Vivere a Rotterdam Paesi Bassi

Rotterdam, città dei Paesi Bassi seconda solo ad Amsterdam, è una delle principali mete degli italiani che hanno deciso di cambiare vita. Grazie alla presenza del porto più grande d’Europa, la città offre diverse opportunità lavorative ed è aperta all’arrivo di stranieri da tutto il mondo.

Vivere a Rotterdam, migliori quartieri

Tra le diverse zone e quartieri di Rotterdam in cui vivere, nel quartiere universitario di Kralingen potrai trovare costi di affitto più accessibili rispetto alle zone centrali della città; si tratta di una zona molto vivace e giovane data la presenza di molti studenti, ed è ben collegata con i mezzi pubblici.

Potrai, quindi, raggiungere facilmente tutta la città e i luoghi dove si concentra la vita degli olandesi. Il servizio dei trasporti, in particolare il tram e la metropolitana, è molto efficiente anche durante le ore serali.

Documenti necessari per trasferirsi e lavorare a Rotterdam

I requisiti per trasferirsi e lavorare a Rotterdam sono gli stessi che vengono richiesti dagli altri Paesi europei, ti basterà dunque la carta d’identità e la Tessera Sanitaria Europea (TEAM). Oltre a questi documenti ti consiglio di portare con te il passaporto, poiché sebbene non sia obbligatorio, ti eviterà lunghe file in aeroporto e per richiedere altri documenti.

Una volta arrivato a Rotterdam dovrai sbrigare alcune pratiche che ti semplificheranno la vita durante la tua esperienza da expat nei Paesi Bassi:

  • BSN (Burger Service Nummer), una sorta di codice fiscale olandese che ti verrà richiesto in molte occasioni, come l’apertura di un conto in banca;
  • Registrazione all’A.I.R.E che ti permetterà di votare all’estero e comunicare il tuo cambio di residenza alle autorità italiane;
  • Aprire un conto in banca da comunicare al tuo datore di lavoro per ricevere lo stipendio;
  • Stipulare una assicurazione sanitaria per ricevere assistenza in caso di malattie o incidenti.

Costo della vita

Il costo della vita a Rotterdam è molto più elevato rispetto ad altre città europee, per esempio l’affitto di una stanza singola può arrivare anche a 600/800€ in alcuni quartieri.

Ma se i costi ti possono sembrare elevati, lo sono anche gli stipendi! Infatti, lo stipendio medio di un olandese si aggira attorno ai 1500/2000€, ma se ti assumono per lavori qualificati la cifra aumenta notevolmente.

Per riuscire a trovare lavoro a Rotterdam è importante conoscere benissimo l’inglese e imparare l’olandese, lingua non facile ma fondamentale per ambire a lavori più qualificati.

Vantaggi e svantaggi

Come ogni altra città, vivere a Rotterdam ha dei vantaggi e svantaggi. Se come me vieni dall’Italia, una volta che arriverai in questa città olandese, noterai subito dei cambiamenti; in primo luogo il cibo, in quanto gli olandesi mangiano diversamente da noi, ma troverai valide alternative come i ristoranti italiani e i prodotti al supermercato provenienti da tutto il mondo.

Altri fattori negativi potrebbero essere i costi più elevati rispetto all’Italia, soprattutto durante i primi periodi quando sei alla ricerca di un’occupazione, oppure se hai deciso di trasferirsi qui a studiare in una delle tante università del paese.

Tra i vantaggi invece, tieni presente che Rotterdam è una città tecnologica e all’avanguardia, dove il trasporto pubblico è molto efficiente e le persone si spostano in bicicletta o con i mezzi, lasciando in garage la macchina e migliorando così notevolmente la qualità dell’aria.

Per quanto riguarda l’aspetto economico, a differenza di altre città europee, Rotterdam ha risentito poco della crisi economica e vi è la possibilità di trovare un buon posto di lavoro, soprattutto per chi ha esperienza e conosce bene le lingue.

Elementi quali la meritocrazia e il rispetto delle regole sono alla base della società olandese; infatti, tutte le città dei Paesi Bassi hanno un basso tasso di criminalità.

Per altre informazioni più dettagliate sugli annunci di lavoro e documenti per trasferirsi nel paese, dai un’occhiata alla guida per vivere e lavorare in Olanda.

Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *