Vivere a New York: Kiara, guida turistica nella Grande Mela

Shares

Kiara si è trasferita a vivere e lavorare in America dal 2012 e ha aperto NYC4ALL, agenzia che offre servizi turistici e tour per tutta New York e altre città degli Stati Uniti. Tramite il suo blog, la pagina Facebook, il suo canale Youtube e il profilo di Instagram, racconta i luoghi magici di questa città e condivide guide e consigli pratici per vivere nella Grande Mela.

Ciao Kiara, presentati ai lettori di Cambiare Vita

Hi everyone, qui Kiara una marchigiana/siciliana/veneta che si sente come molti di voi più cittadina del mondo che cittadina italiana.

Kiara Guida Turistica New York

Mi piace imparare, esplorare e vivere la vita al massimo. Non amo le persone poco dirette ed apprezzo parecchio chi vive e lascia vivere. Sono una persona super attiva ed energetica, ho bisogno di fare tante cose.

Di cosa ti occupavi in Italia?

In realtà non ho mai avuto un lavoro vero e proprio in Italia perchè un anno dopo la laurea mi sono trasferita all’estero per poi rimanerci. Svolgevo comunque lavoretti part-time come nanny, davo ripetizioni d’italiano, facevo barista in bar e locali, per un pò sono stata fotografa del Cocoricò e svolgevo una tantum ricerche di mercato.

Raccontaci il tuo percorso di italiana all’estero: oltre a New York hai vissuto esperienze in altre città o nazioni? Come mai hai deciso di lasciare l’Italia e andare a vivere all’estero?

Fortunatamente si, ho avuto la possibilità di vivere in diversi paesi. La mia indole è quella di muovermi in continuazione e cercare sempre cose diverse e nuovi stimoli, la noia è uno dei miei nemici maggiori.

Durante la mia triennale all’università di Perugia ho avuto l’opportunità di fare l’Erasmus in Inghilterra a Leeds per 9 mesi all’età di 22 anni e quello è stato per me il trampolino di lancio. Finito l’anno accademico avevo aperto gli occhi su molte cose e capito che l’Italia non faceva proprio per me.

Ho trascorso 2 mesi in California subito dopo Leeds, ero diventata amica di alcuni ragazzi americani con cui ho viaggiato un pò durante l’estate. Al rientro l’unico obiettivo era quello di laurearmi ed iniziare a cercare il mio posto nel mondo.

Primo stop Amsterdam, dato il mio amore infinito ed indescrivibile per l’Olanda. E poi è stata la volta di New York.

New York, una delle città più belle del mondo: come sei finita a vivere nella Grande Mela?

L’amore mi ha portato a vivere a New York. Inizialmente ero più propensa a trasferirmi in California se avessi potuto scegliere, ed in particolare a Los Angeles a dire la verità. Sai palme dappertutto, sole tutto l’anno…

Ora che vivo da più di 5 anni a New York non ho nessuna intenzione di abbandonare la grande mela che mi ha dato veramente tanto e da cui sto imparando tante cose.

È possibile per un italiano trasferirsi negli Stati Uniti al giorno d’oggi? Quali consigli ti senti di dare a chi vuole compiere il grande passo?

Essendo io in primis una persona molto positiva non ti risponderei mai che non è possibile, bisogna comunque essere realisti ed ammettere che è molto difficile trasferirsi a vivere a New York, consiglio comunque di provarci ed essere persistenti.

Vorrei consigliare di provare a partecipare alla lotteria per la carta verde di ottobre (c’è un articolo a riguardo nel mio blog) per provare a sfidare la fortuna e magari vincere una green card per potersi trasferire e lavorare legalmente negli USA. Tutti possono partecipare gratuitamente.

Per chi avesse partecipato lo scorso ottobre ricordatevi di controllare i risultati da Maggio e non perdete il vostro numero di conferma in caso non aveste vinto, capita spesso che persone rinunciano e ne vengano ripescate altre. Anche di questo parlerò nella mia pagina Facebook presto.

Ora di cosa ti occupi?

Sono la titolare di NYC4ALL e straamo il mio lavoro. Sto crescendo questa mia attivitá come se fosse un bambino e ci metto tutta me stessa o almeno ci provo. Le dedico tempo, energia e tanta passione.

vivere a New York Kiara

Organizzo tour di gruppo e privati, per italiani e non, principalmente a NYC ed in altre città d’America. Offro anche servizi di accompagnamento.

Gestisco l’intero processo dalla fase del contatto, allo sviluppo del percorso spesso e volentieri personalizzato per accontentare i desideri del cliente e quindi tutta la parte logistica che però non include volo ed alloggio.

Organizzo corsi di lingua e altre tipologie di servizi, come ad esempio traduzioni o accompagnamento per eventi e mostre enogastronomiche. Collaboro inoltre con agenzie di viaggi, scuole e seguo gruppi di studenti.

Sempre aperta a nuove collaborazioni quindi se cercate un punto di riferimento su New York City, contattatemi volentieri.

Quali sono nel dettaglio i servizi che offri tramite NYC4ALL?

Oltre ai servizi di guida, accompagnatrice e prenotazioni appena nominati, propongo nel mio sito una sezione blog su tutto ciò che riguarda vivere a New York, vendendo anche biglietti per show di Broadway, crociere attorno alla baia, Citypass ed Explorer Pass, Madame Tussaud, escursioni fuori New York in bus di uno o due giorni a Washington , Filadelfia, Boston, Hamptons e Cascate del Niagara.

Ho recentemente iniziato il Vlog (tutti i video su YouTube e Facebook) per dare consigli su posti dove mangiare, bar segreti, rooftop, eventi,trucchi e lezioni di trucco gratuite, usi e costumi di New York e delle città nel mondo che visito.

Sto ampliando tutta la parte dei consigli sui posti visitati fuori dall’America ed è appena uscita anche la sezione SHOP nel sito con gadgets di New York, oggetti utili per il vostro viaggio negli States e libri sui viaggi dove propongo anche i tuoi, Gianluca. Molti altri prodotti in arrivo presto, soprattutto la sezione make up che non si trova in Italia!

Quali sono le difficoltà maggiori di vivere a New York? E gli aspetti positivi?

Difficoltà maggiori: la corsa al minuto anche se non credo sia una difficoltá di vivere a New York ma in generale di vivere in una grande metropoli ed avere una vita molto piena. Non avere sempre tutto a portata di mano e perdere un sacco di tempo negli spostamenti. Per un’amante del mare come me è una grossa mancanza non avere il mare vicino.

Abbiamo l’oceano che è comunque lontano ed ogni volta per andarci sembra di fare una gita a Mirabilandia. Ci metto 1:30/45 minuti con il bus, 2h in metro e circa 45min/1h se i miei amici con la macchina sono liberi. Difficoltà è anche star dietro al costo dell’affitto che continua ad aumentare ed in generale al costo della vita.

Gli aspetti positivi di vivere a New York sono tanti. Positiva è l’energia e la forza che ti trasmette questa città. Positivo è sapere che ci sono posti per mangiare aperti 24h su 24 che consegnano gratuitamente a domicilio. Positivo è poter conoscere tante persone provenienti da tutte le parti del mondo, sentir parlare infinite lingue e dialetti e provare le cucine più assurde. Ed ovviamente conoscere nuovi modi di vivere e vedere le cose.

Positivo è avere un servizio metropolitana funzionante 365 giorni l’anno 24h su 24. Positivo è non sentirsi mai nella stessa città ogni volta che si passa da un quartiere all’altro. New York è cosi variopinta che non stanca mai, non può stancarti, può solo caricarti!

Non pensi mai di tornare in Italia?

Non conosco bene il significato di questa domanda hahahaha 🙂 Se devo essere sincera, no. Quando penso all’Italia penso che vorrei magari trascorrere più tempo con amici e famiglia e proverò nelle prossime visite ad allungare la durata del viaggio. Ma pensare di tornare a vivere Italia… mi sento soffocare.

Kiara New York City 4 All

Io parlo per ora. Il futuro è troppo incerto, non faccio mai piani a lunghissimo termine.

Sogni e progetti futuri

Esplorare più paesi possibili e collaborare con nuove agenzie di viaggio, marketing e blogger.

I progetti per NYC4ALL in realtá preferisco tenerli per me. Un mio amico, Miguel Restrepo combattente professionista di MMA, dice sempre:

3 things to keep private: your love life, your income and your next move

Quindi seguo il suo consiglio, non posso svelare ora a tutti il mio prossimo passo 😉

Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *