Viaggio da sola perché: una passione e una rete per condividerla

  • 21
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
    22
    Shares

Avete mai avuto la sensazione di essere gli unici a fare qualcosa? Oppure di sentirvi da soli perché non avete nessuno con cui condividere la vostra più grande passione? Noi sì, ed è proprio da questa sensazione e dalla voglia di cambiarla che nasce il nostro progetto Viaggio da sola perché.

Viaggio da sola perché, il progetto web ed ebook di Elena e Dana

Durante l’estate del 2015 sia io che Elena riflettevamo molto sui motivi che ci facevano preferire il viaggio in solitaria piuttosto che quello in gruppo o in compagnia. Leggevamo entrambe molti blog di donne che viaggiavano da sole ma sentivamo che mancava qualcosa: una rete che desse voce e fornisse supporto a tutte le viaggiatrici in solitaria.

viaggio da sola sito

Decidemmo così di crearla noi e di chiamarla “Viaggio da sola perché” proprio per porre l’attenzione sui motivi, tutti diversi, per cui alcune donne amano viaggiare da sole.

Lo scopo del progetto era raccontare i viaggi, i pensieri e le emozioni di donne che esplorano il mondo e fornire informazioni, consigli e supporto anche a coloro che vorrebbero iniziare a farlo.

Il primo step è stato aprire il gruppo Facebook di Viaggio da sola perché, che in pochi giorni ha raggiunto più di 150 iscritte. In quel momento ci sembrava un numero enorme e, man mano che le iscritte i messaggi sulla bacheca aumentavano, in noi cresceva l’emozione.

Molte delle ragazze erano entusiaste perché era molto tempo che aspettavano la nascita di un gruppo a tema viaggi in solitaria ma tutto al femminile. Finalmente potevano raccontare le loro esperienze senza essere giudicate e dare supporto a chi stava muovendo i suoi primi passi.

elena thailandia

Elena all’Elephant Nature Park in Thailandia

Visto l’entusiasmo da cui eravamo circondate abbiamo deciso di procedere con il secondo step: il 31 Ottobre 2015, dopo un mese di lavoro certosino e costante, è nato il nostro sito web. Avevamo un’idea ben precisa: non volevamo fosse semplicemente un blog ma un portale vero e proprio dove raccontare la filosofia del progetto, creare un network di blog che dessero valore al viaggio in solitaria al femminile e, soprattutto, condividere le storie di altre viaggiatrici.

Testimonianza, solidarietà e supporto reciproco erano, e sono tuttora, gli elementi fondamentali alla base della filosofia di Viaggio da sola perché.

dana irlanda

Dana durante un tour del Ring of Kerry nel Sud dell’Irlanda

A distanza di quasi 2 anni il progetto è cresciuto esponenzialmente. Adesso il team è composto da 15 ragazze che vivono in tre continenti diversi, il gruppo FB ha superato le 5500 iscritte, abbiamo fatto 6 incontri ufficiali del gruppo di cui uno a Londra e abbiamo auto-pubblicato il nostro primo eBook che si intitola “Viaggio da sola in ostello perché… ovvero come sopravvivere al bagno in comune e altre storie”.

Si tratta di un eBook scritto a 6 mani con la collaborazione di Eliana Lazzareschi Belloni, web writer e curatrice del blog Geco Travels dedicato a tutte le viaggiatrici in solitaria che sono attratte dagli ostelli ma non li hanno ancora provati in prima persona o a coloro che già ne usufruiscono ma vorrebbero scoprire come viverli ancora meglio.

copertina ebook viaggio da sola

Durante la nostra esperienza con il gruppo ci siamo rese conto che l’interesse per gli ostelli era molto vivo ma in alcuni casi c’era ancora una sorta di “resistenza” nel provarli e tanti stereotipi da abbattere.

Siamo troppo spesso abituati a ragionare per stereotipi e sugli ostelli ce ne sono davvero tanti: non è vero che tutti questi tipi di strutture sono spartane e un po’ sporche. (…) Gli ostelli sono molto più di questo.

– Frase tratta dal libro

Abbiamo quindi unito le forze e scritto un manualetto pratico che racchiudesse tanti consigli su come scegliere e vivere al meglio gli ostelli, condensando insieme tutti i consigli che, dopo anni di viaggi, pensiamo possano essere utili a tutte le donne che vogliono fare questa nuova esperienza.

Nell’ebook si possono trovare consigli su come scegliere l’ostello più adatto alle proprie esigenze e la camerata giusta. Raccontiamo come sono fatti gli ostelli, come viverci in sicurezza e quali sono le norme di buona educazione per farsi adorare dallo staff e dagli altri ospiti!

Oltre ai consigli pratici però non potevamo non darne anche di emotivi, parlando di solitudine ma anche di amicizia, di incontro con gli altri ospiti e di come affrontare eventuali momenti in cui si ha bisogno di aiuto o ci si sente poco bene.

“La libertà di una donna può esprimersi attraverso la capacità di immaginarsi in viaggio da sola e il coraggio di trasformare questo sogno in realtà.”

– Frase tratta dal libro

L’ebook costa 4.99€ ed è disponibile su Amazon per Kindle Fire, Tablet e applicazione Kindle per PC. Al suo interno ci sono anche una serie di infografiche illustrative che, chi acquista l’eBook, può scaricare in alta definizione dal sito Viaggio da sola perché utilizzando la password che si trova al fondo del manualetto.

Noi siamo felici di come procede il progetto Viaggio da Sola Perché, c’è ancora tanto da fare e molto idee da mettere in pratica. Il nostro team e il nostro gruppo sono un supporto senza i quali non avremmo potuto raggiungere questi traguardi.

D’altronde è la rete che ci dà la forza di continuare ed è a loro che rivolgiamo tutti i nostri ringraziamenti.

Dana&Elena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *